Marta Celli e Özgür Yalçın

Marta Celli e Özgür Yalçın

Arpa celtica e Santur iraniano

“Incantesimi”

 

I nostri occhi potranno vedersi soltanto riflessi negli occhi dell’altro: conosciamo noi stessi attraverso l’altro. Dunque celebriamo l’incontro perche’ e’ proprio nell’incontro che possiamo conoscerci ed è solo conoscendoci che possiamo trasformarci.

 

Questo è “ Incantesimi”, un incontro. Cominciò nel 2014 a Istanbul, arpa celtica e santur iraniano, Europa ed Asia, donna e uomo, entrambi con il bagaglio della propria storia artistica e professionale.

A volte siamo portati a pensare a distanze culturali incolmabili, eppure, scendendo in profondità nella loro musica fluida e misteriosa troveremo arcane simmetrie e favolose coincidenze.

Özgür Yalçın nasce in Turchia dove fonda nel 1997 il gruppo Kara Güneş, un’originale formazione che ripropone un dialogo musicale tra l’Anatolia e l’Europa. (www.karagunes.org.

Compositore, chitarrista e cantante del gruppo, arrangia inoltre con grande gusto i brani tradizionali, raccolti in tanti anni di ricerche etnomusicologiche nelle realtà rurali e pastorali delle più remote regioni interne dell’Anatolia e del Kurdistan, e composti nelle quattro diverse lingue della regione: Zazàki, Curdo, Turco, Làz .

Nel 2000 ha diffuso il santùr iraniano presso le nuove generazioni di street musicians, strumento poi divenuto tra i più popolari nella musica turca degli ultimi 20 anni.

In Turchia svolge da anni un’intensa attività concertistica in numerose rassegne e festivals, realizzando anche colonne sonore per film (in particolare ricordiamo ‘Incir cekirdegi‘ diretto da Selda Cicek). Ha all’attivo sei album.